Home

Efficienza energetic: Suggerimenti in base alle pratiche migliori

Alcune notizie impressionanti ed esempi per illustrare i miglioramenti e le opportunità nelle Residenze Sanitarie Assistenziali europee:

argaiv1154

  • Olanda: Una recente indagine sul risparmio energetico potenziale nel settore della sanità olandese ha identificato un potenziale effettivo risparmio di circa il 25% nelle case di riposo e di cura per anziani (TNO 2010). Questo comporta un potenziale risparmio del 25% anche sulla bolletta.
  • Nelle case di riposo oltre il 30% dell’energia viene consumata per l’illuminazione. In Italia molte Residenze Sanitarie Assistenziali prevedono di utilizzare soluzioni LED di illuminazione per ridurre il consumo energetico, infatti le lampade a LED hanno un’efficienza dell’80% (lampade a risparmio energetico:40%).
  • In Liebenau/Germania un impianto per ottenere il calore dai pannolini è stato installato nel 2006 e fornisce di calore ed elettricità tutti gli edifici commerciali e privati nelle due città Liebenau ed Hegenberg.
  • Dal 2000 un ospedale in Svezia ha diminuito il consumo di elettricità di oltre il 90% grazie all’utilizzo di una grossa quantità di neve per il raffreddamento
  • Uno studio globale per la prefettura di Pieria in Grecia ha dimostrato un potenziale risparmio energetico del 61,6% in appartamenti del settore domestico, costruite prima del 1980 (tra cui Residenze Sanitarie Assistenziali).
  • Un caso di studio sull’impiego dei LED in Portogallo sulla base di calcoli costi-benefici, mostra che l’elettricità risparmiata per l’illuminazione è di circa 900 MWh all'anno, con un ammortamento dei costi (ritorno dei costi) sostenuti per l’acquisto in meno di quattro anni.
  • Una RSA per anziani nella Repubblica Ceca ha cambiato il modo di produzione e distribuzione dell’acqua calda. Il consumo energetico è stato ridotto del 13,6% attraverso la diminuzione della temperatura dell’acqua da 56°C a 50°C. Il consumo di acqua calda è inoltre diminuito di oltre il 18%.
  • In Slovenia un progetto pilota per la gestione energetica è stato istituito e avviato in 15 case di riposo. I primi risultati del progetto confermano, che il risparmio energetico ottenuto si attesta fra il 3 ed il 5% rispetto al precedente anno.
  • Un edificio con zero emissioni senza alcun perdita di confort è presente in Spagna e rappresenta un modello di edificio ecologico, sostenibile ed un riferimento degli ultimi avanzamenti tecnologici nell’efficienza energetica.
  • In Francia uno studio mostra l’ottimizzazione nello gestione di un’installazione di pannelli solari termici. Manutenzione e le operazioni di installazione degli elementi per la produzione di calore, acqua calda, raffrescamento e vapore, sono elementi chiave per il controllo dei consumi energetici nelle RCHEPs.

Leggi le informazioni nel dettaglio sulle notizie del relativo Paese.

Il rapporto con più di 100 case di cura residenziali in 10 paesi europei è la base per gli argomenti seguenti, relativi all’energia. La maggior parte delle case di cura che partecipano al progetto SAVE AGE, devono ancora adottare misure di risparmio energetico.

Tutti gli approfondimenti e i suggerimenti sono strettamente connessi alla comodità e alle abitudini dei residenti. La prima azione necessaria è quella di creare consapevolezza sul consumo di energia nel comportamento quotidiano e le abitudini. La creazione di incentivi con obiettivi concreti di riduzione dei consumi energetici e il contributo di ciascun dipendente potrebbero essere i primi passi verso un cambiamento riuscito nel pensiero e nelle azioni.

Fare riferimento alle informazioni cliccando i seguenti argomenti.

  • Energia / Aria condizionata
  • Energia/Carrelli scaldavivande
  • Energia/Illuminazione
  • Energia/Finestre con vetro a bassa emissività
  • Acqua/Consumo
  • Acqua/Acqua calda
 
 
Build Up News European Year 2012 | Active Ageing and Solidarity between Generations European Year 2011 | EYV 2011 ALLIANCE Logo 2010 against poverty

Valid XHTML and CSS.